Verifica disponibilità

Arrivo:
Partenza:
2017 ATTESTATO DI ECCELLENZA HotelsCombined
9.8 Voto ospiti

Salina, la seconda isola, per estensione, dell'arcipelago Eoliano: circa 27 Kmq di superficie. La piu' alta delle sette perle (Eolie) per la "Fossa delle Felci" e il "Monte dei Porri", vulcani ormai spenti parte dei sei vulcani dei quali 4 sono ormai erosi. Il suo antico nome Didyme, che significa Gemelli, deriva proprio dalle due vette.

Quello attuale deriva dal laghetto di Lingua dal quale si estraeva il sale che veniva utilizzato per la conservazione dei capperi e del pesce. E' suddivisa in tre comuni autonomi: S. Marina, Malfa e Leni, e in 5 frazioni: Lingua, Rinella, Val Di Chiesa, Pollara e Torricella.

In varie località dell'isola si riscontrano tracce dell'attività post-vulcanica come i fenomeni chiamati "sconcassi", in prossimità di Rinella, che consistono in una copiosa emanazione submarina di gas e vapori. L' esalazione, quando si accentua, determina lo sconvolgimento del fondo del mare.

Grazie alla sua morfologia Salina presenta dei sentieri che, inerpicandosi sui monti, alternano panorami mozzafiato sia fra i suoi piccoli declivi sia sul suo mare cristallino.

La Riserva Naturale Regionale Orientata “Monte Fossa delle Felci e Monte dei Porri” tutela un'area di 1.079 ettari sull'isola vulcanica di Salina, nell'arcipelago delle Eolie (comuni di leni, Malfa e Santa Marina Salina).

Attualmente nella riserva sono stati attivati 13 sentieri che, dipartendosi dalla costa consentono di raggiungere la sommità dei vulcani. Lungo tali sentieri è possibile osservare gli aspetti più caratteristici della vegetazione dell’Isola.